ghiaccia,Cake Design , tecniche


Per scrivere sulle torte: cioccolato fuso in un cono di carta da forno o deliziosa ghiaccia di zucchero, da creare come segue:

Ingredienti:
1 parte di albume d’uovo freschissimo
4 parti di zucchero a velo
alcune gocce di succo di limone

Procedimento:
Montate insieme dell’albume freschissimo con un peso quattro volte superiore di zucchero a velo, sino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Aggiungete sbattendo con energia, qualche goccia di succo di limone ed eventualmente ancora poco zucchero a velo per correggere.

ghiaccia.jpg

Quanto si conserva la ghiaccia?

La ghiaccia resta fresca qualche giorno se tenuta a temperatura ambiente, oppure si può congelare ed usare alla bisogna.

 


Pasta-Frolla-light.jpg

Per dolci light è possibile usare una pasta frolla senza burro fatta con lo yogurt: è leggera,friabile,l’ideale per torte e biscotti

Ingredienti:
– 300 gr di farina bianca
– 150 gr di zucchero
– 1 bustina di lievito vanigliato
– 150 gr di yogurt bianco
– 1 uovo
– La buccia grattugiata di un limone

Ingredienti:

Preparazione: In una terrina mescolate prima lo zucchero con l’uovo, aggiungete quindi lo yogurt: amalgamate bene il composto e aggiungete quindi la farina, il lievito e la buccia del limone. Lavorate tutti gli ingredienti fino a quando non sarà un impasto omogeneo; come per la pasta frolla tradizionale lasciate riposare l’impasto nel frigo per un’ora prima di utilizzarlo per le vostre ricette. Per lavorare l’impasto ricordatevi di adagiarlo su un foglio di carta da forno leggermente infarinata.

pandellorso dolce ebruzzese.jpg

La leggenda racconta che i pastori abruzzesi erano pronti a lasciare Scanno per condurre le greggi in terre più calde. Ogni pastore aveva la bisaccia colma di panetti, dolci a base di mandorle, miele e farro. Si narra che un grosso orso li aggredì divorando tutti i Panelli. Da allora, quel dolce squisito, fu chiamato Pan dell’Orso. E’ un dolce Abruzzese molto simile al parrozzo ma con l’aggiunta di miele e burro, molto buono e delicato, adatto alle festività.

.Ingredienti per un dolce

  • stampo per zuccotto da 20cm:
  • N.6 uova medie (320-360 grammi totali)
  • farina di mandorle 150 grammi
  • 90 grammi di farina debole
  • 90 grammi di fecola di patate
  • 160 grammi di burro
  • pizzico di sale
  • aromi mandarla amara, arancio,limone
  • 25 grammi di miele d’acacia
  • 180 grammi di zucchero

Procedimento:

Montare i tuorli con lo zucchero, versarci le due farine, la fecola, il miele, il burro sciolto e gli aromi. Montare gli albumi a neve con il pizzico di sale e versarli sul composto cercando di non farlo smontare. Imburrare e infarinare lo stampo e cuocere a 180° per 1 ora.

Il giorno dopo si può procedere a glassarlo con cioccolata fondente sciolta a bagnomaria.

nocciole -muffin.gif

I muffin sono dei dolcetti tradizionali americani ed inglesi dalla classica forma a tortina.Deliziosi e facili da fare, sono ottimi per ogni occasione, sopratutto per la merenda dei bambini.

Una volta sfornati, vanno fatti riposare per qualche minuto e vanno mangiati tiepidi o freddi.

Si possono conservare nel congelatore

Ingredienti

  • 100 g di farina 00 per dolci
  • 100 g di farina integrale
  • 1 pizzico di sale
  • 60 g di zucchero di canna
  • 100 gr di nocciole sminuzzate finemente
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato di soda
  • buccia di una arancia grattugiata 
  • 170 ml di yogurt 
  • 1 uovo, leggermente sbattuto
  • 50 g di margarina
  • 1 cucchiaino di vaniglia o vanillina
  • cacao in polvere 

Procedimento

Mescolare lo yogurt, l’uovo, il burro e la vaniglia bene assieme, poi mescolate tutti gli ingredienti secchi inserendoli nell’impasto velocemente ma molto delicatamente

Versate l’impasto a cucchiaiate negli stampini da muffin riempiendoli per ¾.

Infornate a 180° C per circa 30-40 minuti, o fino a che i muffin non appaiano cresciuti e dorati.

Per essere certi che siano cotti, usate il classico sistema dello stecchino, non sbaglia mai!.

Sfornateli e dopo 10 minuti tirateli fuori dallo stampo.

Sono migliori tiepidi.

Prima di servirli, decorateli con del cacao in polvere o con della crema al cioccolato.

pasticceria.jpg

  • Come posso ottenere dei dolci ben lievitati con il Lievito di birra disidtìratato?

L’impasto deve essere piuttosto morbido e deve lievitare in un luogo tiepido e in assenza di correnti d’aria (condizione ideale: forno preriscaldato a 50°C e spento al momento dell’inserimento dell’impasto), fino al raddoppio del volume dell’impasto.

 

  • A cosa serve la ciotola di acqua durante la cottura degli impasti con il Lievito di birra disidratato?

Gli impasti con il Lievito disidratato si cuociono meglio in presenza di vapore d’acqua. La ciotola d’acqua serve per non asciugare troppo l’impasto e per aiutare il dolce a svilupparsi in modo regolare.

  • Come mai ho dovuto prolungare i tempi di cottura rispetto a quelli indicati nella ricetta?

Questo può essere dovuto al fatto che non sempre l’impostazione della temperatura del forno corrisponde a quella effettiva. Di conseguenza una temperatura inferiore fa prolungare i tempi di cottura del dolce.

  • Come mai le torte fanno il buco?

In genere le torte fanno il buco quando la loro cottura non è perfetta, oppure quando il dosaggio del lievito è eccessivo.

  • Come mai nel forno a gas i dolci si bruciano sul fondo e risultano più chiari in alto?

Nel forno a gas tutto il calore proviene dalla parte inferiore, di conseguenza i dolci vanno cotti su un ripiano più alto rispetto a quello consigliato per i forni elettrico e ventilato.

  • Come posso arricchire e rendere particolare la glassa ottenuta dallo zucchero al velo?

La glassa di zucchero può essere colorata con dei coloranti alimentari oppure aromatizzata con aromi, liquori o succhi.

  • Come posso conservare la pasta frolla in frigorifero per pochi giorni senza che si asciughi ?

Per conservare la pasta frolla in frigorifero evitando che si secchi è sufficiente avvolgerla con la pellicola trasparente.

  • Come posso fare per avere delle meringhe cotte bene anche all’interno?

La cottura delle meringhe è un po’ particolare. Infatti, devono essere cotte a lungo (90 minuti circa) ad una temperatura bassa (80-100°C circa), tenendo lo sportello del forno leggermente aperto per favorire la fuoriuscita del vapore. 

Nel caso in cui si debbano distribuire le meringhe su due lastre, è opportuno cuocerle contemporaneamente, alternando il ripiano ad intervalli regolari.

  • Come posso fare per non bruciare la crema sul fondo del pentolino?

Per evitare che la crema si bruci sul fondo del pentolino, è sufficiente cuocerla a bagnomaria.

 

ciocori.jpg


Chi non ricorda i Ciocorì? i deliziosi snack che hanno fatto la felicità di intere generazioni di piccoli ed adulti!

Ecco a voi un modo genuino per prepararvi questa delizia direttamente a casa vostra, senza conservanti ne coloranti.

  • 50 gr di burro
  • 4 cucchiai di miele
  • 200 gr di cioccolato
  • 70 gr di riso soffiato

Sciogliere il cioccolato a bagnomaria a fuoco basso facendo molta attenzione che l’acqua non entri nel composto.
Una volta sciolto completamente il cioccolato, incorporare delicatamente il burro ed il miele
Togliere il composto dal fuoco ed incorporare, mescolando delicatamente, il riso soffiato.
Stendere l’impasto in una teglia di alluminio spalmandolo facendo raggiungere uno spessore di circa 1 cm. Riporre il tutto in frigorifero, far raffreddare e successivamente tagliare in piccoli rettangoli pronti da servire.

mikado fatti in casa.jpg

Conoscete i Mikado? sicuramente, sono dei golosi Grissini ricoperti di cioccolato.. un goloso snack da gustare a casa, a scuola, in ufficio, per un pic nic o una festa! Insomma uno spezzafame pratico oltre che appagante per i sensi, con un mix di croccantezza e dolcezza che lo distingue.

  1. 1000 g farina di grano tenero 00 rinforzata
  2. 350 g acqua
  3. 150 g latte
  4. 70 g olio extra vergine di oliva
  5. 70 g burro
  6. 10 g zucchero
  7. 10 g sale
  8. 40 g tuorlo d’uovo
  9. 20 g lievito di birra
  10. Per la copertura:

cioccolato a piacere (fondente, al latte, bianco)…quello che vi suggerisce la fantasia (farina di cocco, granella di nocciole, codettes etc.)


Mescola tutti gli ingredienti e lavorali fino ad ottenere un impasto elastico che non si attacchi alle dita. Tira dei filoncini con l’impasto e lasciali lievitare per circa due ore in funzione della temperatura (22°/25°). Taglia i filoncini in pezzi della misura di un mignolo e tira i grissini in modo omogeneo dalle due estremità. Stendili in una placca spolverata di farina di grano duro per facilitarne il distacco post cottura. Cuocili a 180° per 10 minuti, poi falli raffreddare.
 
Prepara un foglio di carta da forno e fai sciogliere il cioccolato a bagnomaria. Metti il cioccolato fuso in varie ciotoline e in altre gli ingredienti che hai scelto per la decorazione: granella di nocciole, farina di cocco, etc.. Intingi i grissini nel cioccolato che preferisci e poi nella granella. Mettili ben distanziati sulla carta da forno finché non saranno asciutti.
 
Se vuoi, puoi anche eseguire decorazioni con due tipi di cioccolato sullo stesso grissino. Per esempio, puoi intingerlo nel cioccolato bianco e poi prendere con un cucchiaio il cioccolato fondente quando è ancora molto liquido e passa con il cucchiaino sopra i grissini distesi sulla carta forno.. verranno decorati da schizzi irregolari di cioccolato di un altro colore. Lascia raffreddare completamente

torta-paradiso-kinder.jpg

La torta paradiso è un dolce semplice che nasce molto probabilmente da una ricetta povera, come la torta margherita preparata con i pochi ingredienti disponibili (un tempo!) nella zona nord d’Italia. Come la conosciamo noi oggi la torta paradiso nasce nel 1878 a Pavia.

Ingredienti

  1. 175 g burro
  2. 175 g zucchero passato al setaccio
  3. 90 g farina bianca
  4. 90g fecola di patate
  5. 2 uova
  6. 2 tuorli d’uovo
  7. buccia di 1 limone
  8. zucchero a velo
 

Mettere in una terrina il burro,lavorarlo lungamente rendendolo soffice. Aggiungere lo zucchero lentamente,sempre mescolando, poi le uova intere e i rossi sbattuti insieme come una frittata.

Amalgamare il tutto con delicatezza. per ultimo unire le farine amalgamandole bene con la buccia di limone grattugiata.

Imburrare una teglia, versarci l’impasto che deve arrivare appena sopra la metà della teglia stessa. Cuocere il tutto nel forno a 180° per circa un’ora.

Spolverare abbondantemente con zucchero a velo.


Se volete completare il vostro peccato di gola potete farcirla con una crema al latte semplice o con della panna addolcita, miele o una peccaminosa crema alla vaniglia

budino-di-riso.jpg

  •  110 gr di riso
  • – 550 ml di latte
  • – 3 cucchiai di zucchero
  • – 200 ml di panna
  • – un pò di noce moscata
  • – cannella per guarnire.
 

1. Unire in una terrina il riso, circa metà del latte, la panna, lo zucchero e la noce moscata. Inserite nel microonde e far cuocere per circa 8 minuti alla massima potenza. Infine mescolare.

2. Aggiungere il resto del latte al composto e cuocere ad una potenza media per circa 20 minuti.

3. Tirare fuori dal forno al microonde e lasciar riposare per almeno 10 minuti, in modo che diventi cremoso. Riscaldare alla massima potenza per circa 2 minuti e servite dopo una spolverata di cannella.

sorbetto, liquore, liquore cremoso


Infusione 4 giorni

Ingredienti

  1. 7 limoni verdi
  2. 1 litro alcool
  3. 1 litro e 3/4 latte
  4. 2 Kg zucchero
  5. 8 buste vanillina pura

Preparazione

Tagliate sottili le bucce di limone e mettetele in infusione per 4 giorni in un litro d’alcool.

Al quinto giorno scaldate latte e zucchero, facendolo sciogliere lentamente e girando sempre senza far bollire. 

Fate raffreddare e aggiungete l’alcool dei limoni filtrati, la vanillina pura e il latte con zucchero.

Mescolate tutto e mettete in frigo.